Come scegliere una termocoperta per la stagione invernale

Trovare il proprio letto caldo nel momento in cui ci si corica è, durante l’inverno, una sensazione davvero impagabile.
Le termocoperte e gli scaldaletto sono molto più che semplici coperte, ma autentici apparecchi casalinghi in grado di migliorare la qualità generale del nostro riposo.
Questi prodotti possono infatti eliminare la percezione di umidità e freddo quando andiamo a dormire, dandoci un gradevole senso di rilassamento; inoltre il calore a contatto con il corpo favorisce la distensione muscolare.

In commercio possiamo trovare diversi modelli: vi sono le termocoperte in iple (meno igieniche di altre a dire il vero), le coperte termiche realizzate in poliestere, o ancora i modelli classici con un lato di lana ed uno in cotone.
Possiamo inoltre trovare termocoperte singole, matrimoniali e ad una piazza e mezza; non solo: vi sono anche termocoperte matrimoniali che offrono la possibilità di variare autonomamente la temperatura a seconda del lato del letto: un optional in grado di migliorare la vostra vita di coppia, credeteci.

Per saperne di più in merito consultate questo link.

Termocoperta o scaldaletto?

Per termocoperta intendiamo quegli articoli alimentati elettricamente che sostituiscono la normale coperta di lana (o il piumone); per scaldaletto o coprimaterasso termico intendiamo invece quelle coperte che vengono posizionate sotto il nostro corpo durante il riposo  tra il lenzuolo e il materasso).
Veniamo alle differenze: il calore generato dallo scaldaletto genera maggior efficacia, perché irradiato tra il materasso e le lenzuola; nel caso della termocoperta buona parte del calore invece si disperde, perché si irradia nell’ambiente circostante.
In generale, lo scaldaletto risulta dunque più efficiente, mentre la termocoperta offre minori problemi per quanto concerne la manutenzione.

Termocoperta: come scegliere quella giusta

Eccovi di seguito qualche consiglio per la scelta di una buona termocoperta per voi e la vostra famiglia. I consigli riportati valgono anche per gli scaldaletto:

  • Scegliamo preferibilmente un prodotto dotato di termostato e timer, così da evitare di dimenticare la coperta accesa una volta addormentati. Questi modelli si spengono autonomamente dopo una sessione programmata.
  • Verifichiamo la lunghezza del cavo di alimentazione della nostra termocoperta.
    Se usiamo la coperta elettrica non solo sul letto ma anche sul divano, la lunghezza del filo può essere determinante: meglio evitare l’utilizzo di prolunghe e riduttori.
  • Evitate di acquistare o di regalare una coperta termica a persone con ridotte facoltà motorie: in presenza di un guasto o di un cortocircuito elettrico la termocoperta può costituire per queste persone un elemento di pericolo.
  • Se avete animali in casa evitate che entrino in contatto con la vostra coperta termica.
  • Verificate la presenza del simbolo per la Classe di Protezione II: i dispositivi con questa certificazione sono progettati in modo da non dover avere la messa a terra.
Come scegliere una termocoperta per la stagione invernale
Torna su