Cancelletto per bambini: dove installarlo in casa?

Prima di acquistare un cancelletto per bambini sono tanti gli aspetti che bisogna prendere in considerazione.  Di modelli in commercio, così come spiegato in questa guida, ve ne sono davvero tanti che si differenziano tra loro per materiali, sistema di montaggio e tipologia di apertura. Uno dei fattori da valutare, oltre al luogo di installazione, è quello relativo alle sue dimensioni. In questo modo si potrà avere la certezza che la recinzione scelta sia adatta allo spazio in cui andremo ad installarla. Sul fronte della larghezza bisogna stare attenti quando si opta per un cancelletto a scomparsa e quello a ringhiera poiché entrambi i modelli non prevedono estensioni.

Nessun problema, invece, per i cancelletti a pressione – caratterizzati da una porta centrale –  poiché possono essere aggiunte delle estensioni. Si tratta inoltre di modelli facilmente adattabili. Sotto la lente dei genitori – al momento dell’acquisto di un cancelletto per bambini – c’è sicuramente l’altezza. I piccoli non devono riuscire a raggiungere il sistema di apertura altrimenti l’installazione di questa recinzione non avrà senso.  La maggior parte dei cancelletti per bambini presenta un’altezza pari a circa 70 centimetri. In commercio vi sono però anche modelli più alti che arrivano a raggiungere il metro; sono adatti per chi ha un bambino più grande rispetto ai suoi coetanei.

Dove metterlo

L’ubicazione del cancelletto per bambini è un aspetto fondamentale che va preso in considerazione quando scegliamo il prodotto che più fa per noi. La sua posizione influisce anche sulle dimensioni dell’articolo. In generale esistono diverse categorie: in commercio ci sono, infatti, i cancelletti adatti alle scale interne, a scale a chiocciola e quelli per stufe e camini.

I cancelletti progettati per i vani di porte e per le scale interne sono i prodotti più gettonati. Si tratta di modelli solitamente a pressione che vengono montati per evitare il passaggio di un bambino da una stanza all’altra. Solitamente l’ingresso è vietato in cucina per la presenza degli elettrodomestici e delle posate o negli sgabuzzini dove ci sono detersivi e attrezzi vari. I cancelletti fissi sono adatti invece per scongiurare che il piccolo possa arrampicarsi sulle scale. In questo caso sarà necessario l’ausilio delle viti.

In caso di scale a chiocciola esistono particolari cancelletti per bambini che presentano sicuramente una struttura diversa rispetto ai modelli tradizionali. Un altro motivo per cui si sceglie di montare un cancelletto in casa è quello di tenere lontani i piccoli da camini e stufe. Queste recinzioni sono solitamente più lunghe e sono caratterizzate da sbarre o da griglie che fungono pure da parascintille.