Bistecchiere, perché fanno la differenza nel piatto

Non avete idea di quale bistecchiera scegliere? Fra modelli in ghisa, elettrici o in pietra non è facile scegliere, ma ogni bistecchiera presenta caratteristiche che la rendono più o meno adatta a determinate cotture. La ghisa, antiaderente e tagliata per qualsiasi tipo di cottura, resta fra i materiali migliori per una bistecchiera, adatta a cuocere carne o pesce e a grigliare verdure all’antica, in modo sano e genuino, senza grassi. Fra i tanti modelli di bistecchiere in commercio se ne possono trovare di varie dimensioni e materiali, la popolarità di questo prodotto non accenna a diminuire, anzi sta conoscendo una seconda ‘giovinezza’ grazie alle mode alimentari che vanno nella direzione di una cucina ‘green’ e dietetica, a chilometro zero. Ecco perché la bistecchiera non può mancare in cucina e tra le quattro mura fa le veci del barbecue in giardino, senza però sporcare ma comportandosi come una normale pentola.

La differenza sta nel piatto, quando i sapori esaltati dalla cottura in bistecchiera restituiscono aromi e leggerezza che si erano dimenticati e che proprio grazie alle bistecchiere tornano a rivivere. Non a caso la sua popolarità è legata a doppio filo con la qualità di cottura omogenea e ‘salva gusto’. La forma più versatile è quella versatile perché si presta ad ospitare più alimenti e con i bordi alti per parare gli schizzi. I materiali più diffusi, oltre alla ‘regina’ ghisa, restano la pietra e altre leghe metalliche. Ma perché vince la ghisa? Per le bistecchiere è il migliore materiale perché il più resistente e in grado di trattenere e diffondere il calore sulla piastra in modo omogeneo.

Poi, una volta finito di cucinare e assaporato il frutto della bistecchiera si pone il problema di pulirla. Tranquilli, non è difficile. Per pulire la bistecchiera basterà una passata di spugna e un po’ di ammollo in acqua calda per sciogliere le incrostazioni. Se la bistecchiera è in ferro o ghisa si potrà anche lavare in lavastoviglie, altrimenti se è molto ampia e rischia di danneggiarsi perché i materiali sono poco resistenti, si laverà a mano, ma attenzione a non strofinare troppo con una spugnetta abrasiva sulla superficie della piastra, perché il piano potrebbe graffiarsi.

Bistecchiere, perché fanno la differenza nel piatto
Torna su